Comunicato del vescovo Giuseppe sul crollo di un’ala del cimitero a Sant’Agata de’ Goti

A nome della Chiesa di Cerreto Sannita–Telese–Sant’Agata de’ Goti, desidero esprimere la mia vicinanza alle famiglie che hanno avuto le salme dei loro cari coinvolte nel crollo di una parte del Lotto Longo del Cimitero di Sant’Agata de’ Goti (BN).
Le immagini dei loculi precipitati lungo il vallone e immersi nelle acque e nel fango del canalone sottostante al Cimitero sono come un pugno allo stomaco. Genitori, fratelli, sorelle, figli, ognuna di quelle salme appartiene a una famiglia che oggi si sente toccata e mortificata nei suoi affetti.
Non vogliamo fare discorsi di responsabilità, ma invitare tutti alla responsabilità di intervenire, uniti, insieme, per ridare la dignità dovuta, ai “nostri”, perchè sono i “nostri” cari
defunti.
Essi appartengono alla Comunione dei Santi e dei defunti della Comunità tutta.
In questi giorni, nelle nostre parrocchie celebreremo in suffragio dei defunti, per la consolazione dei loro cari e perché, superato tutto, possiamo quanto prima celebrare sul posto.
+ Giuseppe Mazzafaro